komoot
  • Esplora
  • Tour Planner
  • Funzioni
Esplora

Nella terra del Re dei Formaggi – 7 escursioni da Castelmagno

Giada

Nella terra del Re dei Formaggi – 7 escursioni da Castelmagno

Escursionismo – Raccolta by Marika Abbà

7

Tour

25:47 h

37,0 mi

12.000 ft

Castelmagno non è solo il nome di un comune alpino, ma anche l’appellativo di un famoso e pregiato formaggio che viene prodotto in provincia di Cuneo, più nello specifico solo ed esclusivamente nei comuni di Monterosso Grana, Pradleves e Castelmagno.

La Valle Grana è una delle vallate più corte del cuneese ed è incastonata tra la Valle Stura e la Valle Maira. Come nelle valli vicine, anche qui si possono trovare scrigni di bellezza: cappelle magistralmente affrescate, edifici storici, borgate poste in luoghi pittoreschi e molto altro. Il Santuario di San Magno è il simbolo del territorio ed è un luogo molto amato e frequentato dai cuneesi. Diventerà il tuo punto di riferimento.

Queste escursioni sono pensate per tutti coloro che vogliono scoprire o approfondire la conoscenza della Valle Grana, ma anche per chi accompagna una persona cara durante la Granfondo Fausto Coppi o la salita in bici da strada al Colle Fauniera e vuole ritagliarsi qualche ora per sé.

Il ritmo dei tuoi passi sarà scandito dai campanacci delle mucche che passano qui l’estate in alpeggio. Ogni giorno le sapienti mani dei casari trasformano il loro latte in formaggio e lo ripongono su assi di legno di larice all’interno di umide cantine. Dopo una stagionatura di almeno 60 giorni, il Castelmagno è pronto per arricchire le pietanze o per essere degustato abbinato a un miele di produzione locale o a un calice di vino rosso.

La natura non ti deluderà: con la bella stagione il paesaggio diventa una distesa di fiori colorati, gli alberi tornano ad avere le chiome rigogliose e gli animali si risvegliano dal letargo; nei mesi freddi, invece, tutto il mondo tace sotto una spessa coltre di neve che cambia tutte le prospettive.

Questa Raccolta include sette escursioni giornaliere adatte a tutti. Alcuni percorsi ti permetteranno di fare un salto nella storia dei luoghi, di scoprire le tradizioni e gli usi popolari; altre, invece ti porteranno in cima alle vette che caratterizzano l’alta valle e che segnano la linea di confine tra le Valli Grana, Maira e Stura.

Il periodo migliore per intraprendere questi percorsi va da maggio a ottobre, quando non c’è neve in quota. Escluso l’anello di Narbona, questi itinerari sono percorribili anche in inverno, ma è necessario dotarsi sempre di pala, artva e sonda, controllare bene il bollettino valanghe di Arpa Piemonte, avere una buona conoscenza del luogo e un’ottima esperienza nella progressione su suoli alpini in veste invernale.

Nello zaino è importante avere sempre qualche capo caldo, perché la Valle Grana è nota per la presenza di nebbia; una borraccia capiente da riempire all’inizio di ogni escursione; un paio di scarponi resistenti e i bastoncini da trekking. Per quanto riguarda il cibo, invece, puoi approfittare della presenza dei due rifugi o delle piccole botteghe di valle per far rifornimenti. Ti consiglio comunque di avere sempre qualche barretta di scorta.

I luoghi di partenza delle escursioni sono raggiungibili esclusivamente in auto. Per arrivare nel comune di Castelmagno bisogna risalire tutta la valle da Caraglio, la porta d’ingresso della Valle Grana, che dista circa un’ora e mezza da Torino.

Vedi sulla mappa

loading
loading

Tour e Highlight

  • Map data © Mappa Open Street contributors

    Tour 1: Anello di Narbona – 7 escursioni da Castelmagno

    Difficile
    04:04
    5,83 mi
    1,4 mph
    1.775 ft
    1.775 ft
    Percorso escursionistico per esperti. Buon allenamento richiesto. Sono richiesti passo sicuro, calzature robuste ed esperienza alpinistica.

    L’escursione parte da Colletto, una borgata di Castelmagno arroccata sulla montagna. La strada per raggiungerla è angusta e anche il numero di posti auto è ristretto, quindi puoi provare a salire e nel caso non riuscissi a trovare un posto, torna indietro e lascia la macchina a Campomolino, vicino alla

    by Marika Abbà

    Dettagli
  • Intermedio
    02:45
    3,91 mi
    1,4 mph
    1.500 ft
    1.525 ft
    Percorso escursionistico intermedio. Buon allenamento richiesto. Sentieri prevalentemente accessibili. Richiesto passo sicuro.

    Questa escursione parte dal Santuario di San Magno, dove è presente un ampio parcheggio.

    

    Questo complesso religioso è molto importante per i valligiani e i cuneesi. Le iscrizioni sulla stele in pietra posta sul retro dell’edificio testimoniano che questo edificio fonda le sue radici già ai tempi dei Romani

    by Marika Abbà

    Dettagli
  • Registrati e scopri luoghi come questo

    Ricevi consigli su singletrack, vette e tante altre avventure imperdibili!

  • Difficile
    05:22
    7,24 mi
    1,4 mph
    2.800 ft
    2.800 ft
    Percorso escursionistico per esperti. Ottimo allenamento richiesto. Sono richiesti passo sicuro, calzature robuste ed esperienza alpinistica.

    Questa escursione parte dal Santuario di San Magno, dove è presente un ampio parcheggio.

    

    Parti dal Santuario e prendi la stradina che affianca il porticato, immettiti sulla via per il Colle Fauniera e prendi la prima deviazione a destra. La strada sterrata ti conduce a Grange Nollo dove sono visibili

    by Marika Abbà

    Dettagli
  • Difficile
    03:06
    3,52 mi
    1,1 mph
    1.600 ft
    1.600 ft
    Percorso escursionistico per esperti. Buon allenamento richiesto. Sono richiesti passo sicuro, calzature robuste ed esperienza alpinistica.

    Il sentiero parte da Pont Fonirola, lungo la strada che conduce al Colle Fauniera. A circa trecento metri prima del punto di partenza c’è un piccolo spiazzo dove lasciare l’auto. In alternativa, se non te la senti di guidare su una strada stretta e a curve, puoi parcheggiare al Santuario di San Magno

    by Marika Abbà

    Dettagli
  • Intermedio
    01:48
    2,62 mi
    1,5 mph
    775 ft
    775 ft
    Percorso escursionistico intermedio. Adatto a ogni livello di allenamento. Sentieri prevalentemente accessibili. Richiesto passo sicuro.

    Questa escursione parte dal Rifugio Fauniera, raggiungibile in auto. Prendi il sentiero che corre parallelo alla strada carrozzabile fino al Colle Vallonetto, poi prosegui su asfalto sino al Colle Fauniera dove c’è la statua di Marco Pantani. Questo omaggio ricorda il sensazionale scatto in salita del

    by Marika Abbà

    Dettagli
  • Difficile
    03:38
    5,60 mi
    1,5 mph
    1.225 ft
    1.225 ft
    Percorso escursionistico per esperti. Buon allenamento richiesto. Sono richiesti passo sicuro, calzature robuste ed esperienza alpinistica.

    Parti dal Rifugio Fauniera e segui la strada asfaltata fino a poco sotto il Colle d’Esischie, dove alla tua destra trovi un sentiero diretto verso il Colle Sibolet. Il toponimo di questo luogo deriva molto probabilmente da un termine occitano usato per descrivere un luogo esposto a venti freddi. Se osservi

    by Marika Abbà

    Dettagli
  • Difficile
    05:05
    8,29 mi
    1,6 mph
    2.325 ft
    2.325 ft
    Percorso escursionistico per esperti. Ottimo allenamento richiesto. Sono richiesti passo sicuro, calzature robuste ed esperienza alpinistica.

    Questa settima escursione parte dalla Valle Grana, ma si sviluppa prevalentemente in Valle Maira. Essendo il Rifugio Fauniera al confine con comuni appartenenti ad altre valli, è inevitabile ritrovarsi improvvisamente nelle vallate limitrofe.

    

    Prendi il sentiero che corre parallelamente alla strada asfaltata

    by Marika Abbà

    Dettagli

Ti piace questa Raccolta?

Commenti

    loading

La Raccolta in numeri

  • Tour
    7
  • Distanza
    37,0 mi
  • Durata
    25:47 h
  • Dislivello
    12.000 ft

Potrebbe anche interessarti

Percorsi Occitani – il cammino di rinascita della Valle Maira

Escursionismo – Raccolta by Marika Abbà

A passo lento nelle vallate occitane – GTA Sud Piemonte

Escursionismo – Raccolta by Marika Abbà

Apperò l'Appennino – cinque giorni di salite emiliane

Ciclismo su strada – Raccolta by Michele Pelacci

Ritrovare il Nepal tra i Pirenei – il trekking Cavalls del Vent

Escursionismo – Raccolta by Marine Descamps